Navigazione veloce

Ne uccide più la lingua che il COVID, la guerra delle parole

Martedì 19 gennaio l’associazione culturale “Incursioni di Pace” ha proposto ai nostri studenti una riflessione sull’uso del linguaggio e il peso delle parole nella vita quotidiana e nella comunicazione mediatica. Ospite di quest’anno è stata la giornalista Romina Gobbo che ha parlato di “ne uccide pià la lingua che il Covid, la guerra delle parole”.
Sono stati realizzati tre incontri con gli Istituti superiori: ITIS Rossi di Vicenza, Luzzatti-Marzotto di Valdagno, Liceo Quadri di Vicenza.